lunedì 14 maggio 2012

Posta di oggi


A: Vorrei tanto che tu m'illustrassi dettagliatamente i piaceri sessuali nel sesso orale femminile. Come e cosa deve fare un uomo? E' mai possibile che non riesco a spalancare questa porta? 
Puoi anche rifiutarti.

B: Ti posso parlare di quello che io ho imparato strada facendo.
Prima di tutto non si attacca una fica come se fossi un leone famelico. Lo si è ma conviene fare una serie di approcci con bacetti, leccatine a volte partendo anche dai piedi, tempo permettendo. Il progresso riguarda tutte e due le gambe, sia avanti che dietro incluso il culo, specie se è del tipo che merita. Le mani partecipano ma la bocca fa da protagonista. Fermarsi sulle pieghe fra gamba e ventre leccando leggermente. Personalmente conto molto sulla reazione che ricevo. Mi secca molto il mutismo e la non partecipazione per qualunque ragione. Poi si continua con il piatto principale. Qui le differenze sono grandi fra donna e donna nelle reazioni. Preghi il padreterno di non trovarti davanti a un pezzo di legno, specie le prime volte. La lingua deve andare in esplorazione per imparare dove ottiene i risultati migliori. Lecco sempre con avidità. O veloce o lento sempre a piacere di lei. Se mi trovo davanti ad un inguine che risponde aggiusto le leccate al suo RITMO. Questo è importantissimo: assecondare il ritmo di lei. Poi con lingua a volte a punta a volte completamente aperta si lecca si penetra, si succhiano le labbra o il clitoride a mo' di pompino. C'è a chi piace. Non si tralascia nulla. I mugolii vanno bene. A seconda della posizione in cui mi pongo posso inserire un dito e spingere leggermente verso il basso. Questo da la sensazione di avere inserito un grosso cazzo in quanto la vulva ha un legamento abbastanza sensibile che "sente" questa differenza. A volte inserisco anche due dita, uno nell'ano, dopo avere lubrificato il dito. Questo non piace a tutte. Di recente ho provato una nuova posizione che ti descrivo. Ha i suoi meriti ed è comoda. Mi metto dietro in una posizione invertita, cioè le mie ginocchia sono all'altezza della nuca e metto la testa fra le gambe di lei. Questo mi da una libertà completa di leccare ano, perineo e fica e poi lascio fare a lei per quanto riguarda il ritmo. L'afferro alla vita per non perdere contatto durante le agitazioni. Quando arriva l'orgasmo (e arriva) mi tengo in stretto contatto con la fica e muovo o no la lingua, dipende se lei la sopporta o no. Ma rimango in contatto per il mio piacere. Le palpitazioni sono il mio premio. Una fica che va in palpitazione sulla mia lingua è indescrivibile. Eventuale miele femminile va accuratamente leccato. Penso che bere tutto sia un grosso complimento alla donna. Dal momento che si è sul fianco ci si stanca poco e si può andare avanti per molto tempo. Si può continuare fino ad un secondo orgasmo e oltre. Se la reazione alla leccata del buco piccolo è buona si può indugiare di più li. Una fica depilata, almeno intorno alle grandi labbra va molto meglio di una pelosa. Alcune gradiscono molto lo stimolo perineale. Non c'è una regola per tutte. Dopo un po' di volte sai quello che funziona con la donna che hai di fronte. Se lei gradisce si può
veramente andare avanti per parecchio tempo. Il 69 va bene ma l'orgasmo si coniuga al singolare. Prima uno e poi l'altro.
Se mai mi imbattessi in un clitoride grosso, lo tratterei alla stesso modo di un pisello, cioè stimolando la parte inferiore, ma sono rarissimi. Di schizzi non ne ho mai visti, molto dipende dalla capacità della donna di abbandonarsi. Ho visto emissioni copiose si, durante il coito e, a seconda del mio umore, mi fermo per leccare tutto o asciugo con un fazzolettino per aumentare il mio stimolo. Ti assicuro che leccare una fica molto bagnata durante una scopata è molto piacevole, specie se lei merita (è coinvolta molto) e ti va a sangue.
Scusa se ti ho fatto una descrizione didascalica e fredda della cosa. Io mi sono eccitato un poco. Ma l'argomento è vasto e non ti potevo fare la descrizione di uno solo.
In bocca al lupo !

A :
Tu ti sei eccitato un poco....io mi sono eccitata molto. Ma dov'è questo Paradiso? Mai provato niente del genere e mi dispiace da morire. Adesso vado in palestra, poi ti rispondo con comodo per dirti cosa provo e penso in quei momenti.
SEI GRANDE!


Visualizzazioni totali